consulenza aziendale

CONSULENZA AZIENDALE

CONSULENZA AZIENDALE : LA FUNZIONE DELLE SOCIETÀ DI CONSULENZA NELLE IMPRESE

La conoscenza è un elemento chiave nel governo delle imprese moderne. Tale affermazione trova conferma nei continui e radicali cambiamenti che le organizzazioni devono affrontare, nello svolgimento di funzioni e nella ricerca di soluzioni a problemi organizzativi, gestionali e strategici. Tutte esigenze che richiedono capacità, competenze e conoscenze specifiche spesso difficilmente generabili all’interno dell’impresa. Questa necessita di nuove conoscenze conduce l’imprenditore alla ricerca di società di consulenza aziendale che lo possano supportare nella ricerca di soluzioni e nel raggiungimento degli obiettivi prefissati.

L’intervento delle società di consulenza aziendale e la natura fiduciaria del rapporto consulenziale

È ormai chiaro, negli ultimi anni nelle imprese di qualsiasi settore economico si è verificata un’accentuazione della complessità che ha determinato, ai fini dello sviluppo aziendale, l’esigenza di acquisire un nuovo ed articolato corpo di conoscenze, abilità e competenze non sempre presenti o generabili in autonomia all’interno dell’impresa.
Ciò è ancor più evidente nelle aziende che intendono concentrarsi sulle loro competenze distintive e delegano all’esterno la realizzazione di attività e lo svolgimento di funzioni non caratteristiche del loro business.
A fronte di queste esigenze di conoscenza, quale fondamento dei processi di sviluppo delle moderne organizzazioni, le aziende cercano il supporto di società di consulenza aziendale⁽¹⁾ il cui intervento deve generare valore, la creazione di nuovi saperi e lo sviluppo di nuove capacità imprenditoriali.
La società di consulenza aziendale ha il dovere di presentare valutazioni obiettive e imparziali e non farsi condizionare da fattori connessi al conseguimento di scopi diversi da quello della soluzione del problema imprenditoriale oggetto del suo intervento. Tali condizioni di indipendenza garantiscono il rispetto del mandato fiduciario conferito dall’imprenditore alla società di consulenza.
La capacità degli attori coinvolti di costruire un rapporto fiduciario assume particolare importanza fin dalla fase di diagnosi preliminare, che non ha lo scopo di analizzare in profondità il problema consulenziale né quello di giungere alla sua risoluzione, quanto piuttosto di essere un momento propedeutico alle fasi successive e consente di inquadrare e comprendere il problema attraverso un’analisi critica di una prima serie di dati e informazioni.
Ultimata la diagnosi preliminare viene elaborata e presentata al cliente la proposta di intervento che delinea l’oggetto dell’intervento consulenziale, gli obiettivi da raggiungere, il piano di intervento (attività da svolgere, tempi, costi), ruoli e competenze del team della società di consulenza che svolgerà l’incarico e i ruoli che saranno svolti dal personale dell’impresa cliente.
La chiara definizione degli obiettivi dell’intervento consulenziale, dei diritti, dei doveri, dei ruoli di ciascuna delle parti coinvolte, dell’impegno della società di consulenza e dell’azienda cliente di collaborare in un clima di fiducia e rispetto reciproco costituiscono gli elementi basilari ed essenziali del rapporto consulenziale.

La scelta della società di consulenza aziendale : l’importanza del team che svolge l’intervento consulenziale.

Nella decisione di scelta della società di consulenza aziendale, oltre alla credibilità del piano e i criteri di determinazione del prezzo della consulenza, assume un peso preponderante l’affidabilità in termini di competenze, esperienze e professionalità delle persone che materialmente svolgeranno l’intervento consulenziale.
La specializzazione del team di consulenti che opereranno sul progetto imprenditoriale è un aspetto di differenziazione delle società di consulenza aziendale rispetto al recente passato. Le qualifiche dei soggetti erogatori del servizio a scapito della figura del consulente generico ha un valenza primaria nell’esito finale dell’intervento.
Specializzarsi è dunque indispensabile poiché le competenze richieste per operare in diversi ambiti aziendali richiedono l’intervento di vari specialisti e una società di consulenza per poter raggiungere gli obiettivi imprenditoriali dell’azienda cliente deve disporre di team multidisciplinari, gruppi di lavoro composti da specialisti che operano nei diversi ambiti aziendali di erogazione del servizio, persone di alta professionalità continuamente aggiornate e formate. Non c’è più spazio per i “tuttologi” di turno, le specificità delle aree aziendali dei clienti impongono specializzazioni e formazione continua dei consulenti.
Pertanto la variabilità delle domande di consulenza aziendale e dei contesti produttivi di intervento richiedono pool di specialisti che possano fornire all’imprenditore preziose competenze organizzative e/o gestionali oltre che specificatamente tecniche e operative. Queste persone devono orientare le proprie professionalità al conseguimento dei risultati attesi mediante le loro capacità di stimolare la partecipazione del personale aziendale, di capire il funzionamento e le specificità del sistema aziendale del cliente, di elaborare e definire metodologicamente obiettivi e progetti realistici di intervento.

La capacità delle società di consulenza aziendale di fornire servizi unici

Le imprese anche se fanno parte di uno stesso settore economico presentano caratteristiche peculiari che le rendono diverse da qualsiasi altra. Un’ impresa opera in determinati territori, ha specifiche condizioni societarie e affronta di conseguenza problemi unici. Ogni impresa si può dire che ‘fa storia a sé’. Per questo motivo che le imprese oggi ricercano l’unicità di soluzioni, le soluzioni preconfezionate non sono più utilizzabili poiché tutte le aziende, a ragione, cercano soluzioni adeguate al loro contesto organizzativo imprenditoriale.
Una società di consulenza aziendale deve essere in grado di fornire servizi commisurati alle specifiche esigenze dell’impresa, mediante attività di individuazione, definizione e analisi dei problemi, elaborazione delle soluzioni e successiva applicazione delle soluzioni trovate.
Con l’aumento della complessità aziendale la consulenza generica e il consulente generalista non hanno più spazio, le imprese richiedono sempre più interventi specialistici in varie direzioni, e il modo per una società di consulenza aziendale di affrontare problemi unici di natura composita e riuscire a soddisfare le esigenze dei propri clienti con prontezza e flessibilità è disporre di professionisti con conoscenze e competenze differenti e puntare sul loro aggiornamento continuo.

La natura consultiva dei servizi offerti di consulenza aziendale

L’origine della richiesta di un intervento consulenziale può essere diversa, può generarsi dalla difficoltà di un’impresa di risolvere uno specifico problema, dalla necessità di realizzare un progetto aziendale o dall’esigenza di sviluppare in modo compiuto una soluzione delineata dal management dell’impresa. Qualunque sia l’origine della richiesta la funzione di un intervento consulenziale è soprattutto di natura consultiva, ovvero il consulente deve fornire un parere che può non essere necessariamente seguito dall’imprenditore. La natura consultiva dell’intervento consulenziale comporta la collaborazione e uno scambio di informazioni e conoscenza tra il consulente, che ha la responsabilità della qualità, dell’obiettività e dell’imparzialità dei pareri forniti, e l’imprenditore, il quale ha la responsabilità finale riguardo l’accettazione o il rifiuto dei pareri ricevuti.
Chiaramente se è vero che l’imprenditore è responsabile dell’adozione o del rifiuto della soluzione presentatagli, nonché della scelta della modalità di realizzazione della soluzione, è ugualmente vero che la societa di consulenza è responsabile della qualità dei pareri proposti e della loro efficacia alla prova dei fatti.

Conclusioni

Oggi è cambiata la domanda di consulenza aziendale, i servizi consulenziali vengono richiesti per sopperire a carenze professionali interne o per risolvere problemi specifici e circoscritti.
Quindi essendo mutate le esigenze delle aziende anche le professionalità richieste alla societa di consulenza sono cambiate. La prestazione di servizi di consulenza oggi presuppone la disponibilità di competenze professionali in più discipline e il possesso di esperienza in specifici campi di applicazione e settori economici.
La multidisciplinarietà dei gruppi di lavoro che intervengono fattivamente sulle attività consulenziali, la loro alta specializzazione, il loro continuo aggiornamento delle competenze e le capacita di fornire pareri obiettivi e imparziali sono gli aspetti che il cliente apprezza sempre di più e li identifica come valore aggiunto della consulenza aziendale.

⁽¹⁾È consulenza aziendale anche la consulenza direzionale o di management. Solitamente si utilizza quest’ultima definizione per indicare un servizio consulenziale che coinvolge la direzione di un’azienda su aspetti strategici e organizzativi piuttosto che su aspetti legati a settori operativi aziendali.
Bibliografia
Gelinas M.V., James R.G. (1998), Collaborative change, Jossey-Bass-Pfeiffer, San Francisco
Francesco Ciampi (2017), Come la consulenza direzionale crea conoscenza: Prospettive di convergenza tra scienza e consulenza – Firenze University Press
Kubr M. (2002), Management consulting: A guide to the profession (4th ed.) International Labour Office, Geneva.
Aiello G.M. (1995), Consulenza di direzione e creazione di conoscenza, Cedam, Padova
Fontana F. Lorenzoni G. (2004), Il knowledge management, Luiss University Press, Roma

Photo by Unsplash

ESPLORA I SERVIZI DI CONSULENZA AZIENDALE DELLA QUADROLOGICO E SCOPRI COME POSSIAMO AIUTARE LA TUA AZIENDA.

LA QUADROLOGICO FORNISCE SERVIZI DI CONSULENZA AZIENDALE E FORMAZIONE MANAGERIALE A NAPOLI, SALERNO, MATERA, POTENZA, ROMA, PESCARA, CHIETI, PERUGIA, GUBBIO, FIRENZE, BOLOGNA E IN ALTRE CITTÀ ITALIANE